Cremona. Il Comune di Cremona ha pubblicato stamattina sul proprio sito il bando, che consente alle piccole imprese di fare domanda per il sostegno all’affitto. E’ una forma di sostegno che l’amministrazione concede ad alcuni tipi di attività, messe in difficoltà dall’emergenza covid. E’ l’effetto della decisione presa dal consiglio comunale del 29 giugno. Il giorno della pubblicazione cade però più di tre mesi dopo, mentre sale la seconda ondata dei contagi, e potrebbe quindi rivelarsi insufficiente a fronteggiare la crisi. I beneficiari saranno i piccoli commercianti, gli artigiani e i bar. Viene messo a disposizione un contributo a fondo perduto di non più di 1.000 euro a sostegno degli affitti di marzo, aprile e maggio di quest’anno, per le attività che si trovano all’interno del Distretto urbano del commercio, delimitato dalle antiche mura medievali. Ci saranno invece non più di 500 euro per le attività in affitto all’esterno del Distretto urbano. Le domande possono essere presentate tramite lo sportello telematico del Comune, da stamattina alle 9 fino alle ore 12 del 30 ottobre, allegando copia dei documenti. Su quei contratti appaiono però affitti ben più costosi, da duemila euro al mese. E’ una delle difficoltà più gravi, per chi lavora a Cremona nelle vie centrali in particolare. Il contributo non è per tutti. Saranno applicate le indicazioni della Regione, che esclude sexy shop, attività che riguardano lotterie, scommesse, case da gioco, videopoker, centri benessere, negozi di armi, munizioni e materiale esplosivo, compresi i fuochi d’artificio, distributori automatici e negozi del tipo “compro oro”.

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata