Il punto della rete ferroviaria lobarda con gli interventi più attesi, come il raddoppio della Mantova Piadena Cremona Codogno, è stato al centro di un incontro sollecitato dal gruppo del Pd in Regione Lombardia. Ad illustrare lo stato dell’arte di progetti e interventi, l’amministratore delegato di Rfi Maurizio Gentile, con i tecnici. Confermato il raddoppio della Mantova Codogno, con una prima tratta per un costo di 490milioni di euro di cui 340 già a disposizione e una seconda fase  da 800milioni di euro fino a Codogno. Confermata la volontà di abbattere tutti i 59 passaggi a livello della linea, una notizia attesa dal territorio, che in tutta la provincia conta ben 300.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata