Crema. A un mese circa dall’esperienza vissuta per effettuare un tampone a Crema, per cui Emanuele Coti Zelati aveva documentato la gente accalcata in spazi ristretti tra disorganizzazione, operatori sovraccarichi e inevitabili tensioni, così aveva commentato, ora è stato suo malgrado protagonista di un’altra vicenda che fotografa la situazione che molte persone sono costrette ad affrontare in questo periodo di emergenza sanitaria: nei giorni scorsi ha ricevuto, come riporta la sua lettera, una email da parte di ATS: una “notifica di avvio di quarantena” per suo figlio. Al momento si era spaventato e ha pensato: mio figlio dovrà fare un nuovo isolamento. Invece no. ATS lo informava della quarantena di un mese fa, dando anche delucidazioni sul comportamento da tenere. Sentiamo le parole di Emanuele Coti Zelati  Cittadino e Consigliere Comunale di Crema.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata