Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Nel cremasco capita che una trentenne italiana, già agli arresti domiciliari per spaccio di droga, finisca nuovamente nei guai per il medesimo illecito. Durante un normale controllo, una pattuglia della radiomobile dei carabinieri di Crema si è recata presso l’abitazione della donna per verificarne la presenza. Insospettiti però dal suo atteggiamento, gli agenti hanno effetuato ulteriori verifiche trovando, all’interno dell’abitazione, 30 gr di marijuana, tutto l’occorrente per il confezionamento dello stupefacente e 3000,00 euro in contanti. In casa sono state rinvenute anche una bottiglietta di plastica e una lattina di metallo, opportunamente modificate con dei doppi fondo, per l’occultamento della droga e del denaro. Per la trentenne, già nei guai per essere stata trovata in possesso  di 7,5 chili tra hashish e marijuana, lo scorso dicembre, sono scattate nuovamente le manette mentre un’altra donna di 29 anni che vive con lei, è stata deferita in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In sede di direttissima l’arresto è stato convalidato il giudice ha disposto che la 30enne tornasse ai domiciliari.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata