Anche la casa di cura Ancelle di Cremona ha allestito un reparto Covid: dei 79 posti letto di riabilitazione, 20 sono stati desinati ad accogliere pazienti sub intensivi che necessitano di ossigeno. L’accordo con l’Ats prevede che venga mantenuto un reparto di cure sub acute Covid fino al 31 maggio 2021.  In questi giorni sono stati accettati 13 pazienti proveniente dal cremonese e dal milanese, pazienti pluripatologici e di età avanzata. Per non congestionare gli ospedali del territorio il provvedimento dell’Ats, che ha carattere temporaneo, mira a autorizzare la trasformazione  delle cliniche private, come le Ancelle e anche le figlie di San Camillo, in strutture di ricovero di pazienti covid positivi paucisintomatici.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata