Cremona e la Lombardia sono dunque da oggi in zona arancione e molti cittadini, spinti dal desiderio di normalità e complice la discreta giornata, sono usciti di casa per tornare a guardare le vetrine e fare qualche acquisto. Ma, secondo le associazioni del commercio, la decisione di passare da zona rossa ad arancione è stata tardiva, ha spezzato questo weekend e non ha tenuto conto delle grandi sofferenze delle piccole e medie imprese e di alcuni settori, come quello della ristorazione, che hanno invece le saracinesche ancora abbassate e che fanno diventare così cremona una città semi-spenta. Sentiamo le parole di Paolo Regina Direttore di Confcommercio Cremona.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata