Umberto e Serena hanno aperto la loro attività tre giorni prima del lockdown del 9 marzo. Dopo tanti sacrifici i due giovani imprenditori si sono reinventati, ma le disposizioni del nuovo DPCM hanno drasticamente diminuito le entrate a fronte di ingenti spese e investimenti per la sicurezza. Le nuove disposizioni metterebbero in ginocchio l’attività di via Giuseppina.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata