Dal Tigray al Nagorno: la breve tregua dei teatri di guerra

Nella puntata del “Libro del Mondo”, Susanna Grillo e Marco Pezzoni considereranno ciò che accade in diversi Paesi, dove scontri politici danno luogo a sanguinose guerre che minacciano di riaccendersi anche dopo le tregue duramente conseguite.

Dopo uno sguardo alle recenti elezioni in Bolivia, che premiano il partito di Evo Morales, salutato nel suo ritorno in patria dopo un anno, la puntata volge lo sguardo all’Etiopia dove la regione ribelle del Tigray alza la testa contro il governo di Addis Abeba.

Un altro teatro infuocato resta, in Medioriente, quello del Nagorno Karabakh. Qui  un accordo è stato imposto per fermare lo scontro tra Armenia e Azerbaigian per il controllo dell’enclave. Alle spalle dei due Paesi, gli interessi di grosse potenze come la Russia di Putin, la Turchia e l’Iran.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata