Cremona La Alot, Agenzia per i trasporti e la logistica della Lombardia orientale, è arrivata al capolinea. Oggi si è tenuta l’ultima assemblea dei soci, con l’approvazione del bilancio di liquidazione e il riparto finale dei fondi superstiti. In tutto, 250mila euro, di cui 60mila restituiti alla Provincia di Cremona. L’agenzia è stata fondata nel 2008 dalle Province di Cremona, Mantova, Bergamo e Brescia, per gestire servizi di sui si è parlato ben poco. Un ente rivelatosi inutile, visto che aveva il compito di promuovere lo sviluppo di iniziative in materia di trasporti multimodali, intermodali e di logistica. L’attività della Alot doveva riguardare i porti di Cremona e di Mantova, gli aeroporti di Orio al Serio e di Brescia Montichiari, le stazioni di Bergamo e Treviglio e altre infrastrutture. La realtà è andata ben diversamente. Travolta dalla crisi delle amministrazioni provinciali, l’agenzia ha presto ceduto tutto quello che poteva cedere e nel 2014 era già affidata al liquidatore Mauro Giorgio Vivenzi. Resta solo un ultimo ufficio, perché potrebbe dover ancora rispondere all’Unione europea ed eventualmente restituire i fondi. L’ultimo rappresentante, per Cremona, è il presidente della Provincia Mirko Signoroni. 

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata