Cremona. Le donazioni di plasma a Cremona non si sono mai fermate e, dopo la partenza del progetto regionale per la ricerca, nei donatori, di anticorpi anti-SARS-CoV-2 e raccolta di plasma iperimmune, che continua a essere una speranza per molti malati Covid, anche nel nosocomio cittadino si è cominciato a raccogliere sacche. A livello clinico, questo emoderivato viene regolarmente utilizzato e nell’esperienza dei tre ospedali della provincia non sarebbero emersi eventi avversi. Le prime sacche di plasma sono state impiegate principalmente nelle unità operative di terapia intensiva e di pneumologia, a partire dal momento più critico della prima ondata.  

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata