I pazienti Covid occupano il 42% dei posti in terapia intensiva, ovvero il 12% oltre la soglia critica del 30%. La criticità riguarda ben 17 regioni su 21. In Lombardia i posti occupati da pazienti Covid sono addirittura l 64%. Sono i dati del monitoraggio dell’Agenzia Nazionale per i servizi sanitari regionali, l’Agenas. La Lombardia Orientale e quindi anche Cremona sono meno colpiti in questo momento dalla recrudescenza del virus, ma gli ospedali sono comunque in affanno perché si stanno occupando dei malati Covid che provengono da altri territori. Il problema maggiore, in questa seconda ondata, risulta la carenza di medici anestesisti e di infermieri di area critica: un 50% di figure assenti che aggrava un problema strutturale e che non fa che determinare il superlavoro dei medici presenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata