Cremona, come la Lombardia, resterà dunque in zona rossa per altre due settimane. Il nuovo documento è valido fino al 3 dicembre. Il sistema di classificazione prevede che debba esserci un periodo di consolidamento del dato positivo prima di cambiare fascia e questo accadrà il 27 novembre. Anche se, tecnicamente, la Lombardia potrebbe già essere già in fascia arancione. Ma la rabbia, la frustrazione dei commercianti, dei ristoratori che, nella prima fase, hanno avuto perdite che sono arrivate anche all’80 per cento, è quasi al limite. Per questo lunedì, alle 15.30 in piazza del Comune, il Comitato Spontaneo Esercenti della Provincia di Cremona ha organizzato una manifestazione di protesta denominata “Il funerale delle attività commerciali”. Sentiamo le parole di Lina Grazioli del settore della ristorazione.

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata