Cremona. La speranza degli abitanti di viale Po è che i lavori di riqualificazione dell’illuminazione pubblica si concludano entro Natale, ed è possibile che il cronoprogramma venga rispettato. Dipende dal meteo, che per i prossimi giorni non prevede pioggia. L’incognita, per Citelum e il Comune, riguarda infatti il maltempo. Questa settimana, però, sono stati eseguiti i lavori di fondazione per collocare i nuovi pali della luce, oltre ad alcune opere di muratura. Citelum potrà quindi intervenire presto per iniziare a collocare sui pali già esistenti i bracci aggiuntivi, sui quali saranno collocati i punti luce, senza danneggiare le piante. L’attenzione dei residenti alla salute degli alberi, platani e sofore, è molto elevata: infatti alcuni anni fa è stata consegnata in Comune una petizione con 900 firme per le ripiantumazioni, dato che alcuni platani, malati alle radici sino a non potersi più alimentare, sono stati tagliati e poi sostituiti con le sofore. E altri sono in cattive condizioni: alcuni saranno abbattuti tuttavia l’anno prossimo, a inizio primavera, quando le norme lo consentono. I lavori di Citelum, eseguiti con un contributo regionale, sono sospinti da un’altra petizione con 900 firme, allo scopo di potenziare l’illuminazione. Sui marciapiedi, la sera, la luce dei lampioni non arriva e molti sono in apprensione alla sola idea di passeggiare. In un mese o poco più, però, i 47 punti luce attuali diventeranno 89, a una distanza l’uno dall’altro che diminuirà da 50 a 25 metri, probabilmente al costo di perdere qualche posto auto.

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata