La Lombardia avrebbe i requisiti per diventare zona gialla, come ribadisce il presidente  Attilio Fontana in queste ore, commentando in modo critico la scelta del governo di mantenere la regione rossa fino al ter dicembre. A maggior ragione, in forza dei dati, Cremona è un territorio che merita più di altri di riapartire, ma il traguardo non si vede. Mentre le date rimbalzano e le responsabilità delle scelte da regione a governo pure, a farne le spese sono i commercianti, gli esercenti e i ristoratori che non vedono la luce alla fine del tunnel. In attesa di lavorare la mancanza di chiarezza e di programmazione porta ulteriori danni alla categoria.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata