Cremona. Soresina potrà avere un nuovo impianto a biogas vicino al centro abitato. La Latteria ha chiesto infatti all’amministrazione provinciale di realizzare la centralina che farà parte del depuratore di via Arderico, di proprietà della cooperativa lattiero-casearia e gestito da Aspm, che fa parte di A2A. L’impianto di trattamento rifiuti non pericolosi, cioè fanghi di depurazione, per produzione di biogas avrà una capacità complessiva superiore a 10 tonnellate al giorno. L’azienda di via Landriani ha chiesto quindi all’ufficio ambiente dell’ente Provincia di eseguire la procedura di valutazione d’impatto ambientale. In passato il depuratore, sotto stress a causa dell’aumento di produzione (ha aperto un reparto di burrificio) avrebbe causato l’inquinamento della vicina roggia Spinadesca, che attraverso Annicco giunge fino al Naviglio civico di Cremona. Erano state molte le lamentele dei cittadini, cui era seguita una diffida dell’ente Provincia. Il depuratore è stato ammodernato e ora potrà ricavare energia dai fanghi, se l’impatto ambientale risulterà accettabile.

Paolo Zignani

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata