L’operato dell’Assessorato al Welfare di Regione Lombardia per la gestione della seconda ondata di pandemia da Coronavirus è al centro di una mozione presentata in Consiglio Regionale da Massimo De Rosa del Movimento Cinque Stelle. Sotto accusa gli errori e i problemi emersi a marzo e aprile che non sono stati corretti durante questi mesi, anzi, sono stati ripetuti. Insufficienza dei testi rapidi e poco utilizzo delle Usca in primo piano. Da qui la richiesta di uno screening di massa della popolazione per isolare i focolai e anche di una ridefinizione dell’assetto dell’intero assessorato.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata