Lunghe e difficili sono in corso le operazioni di recupero della carcassa delle balene trovata senza vita nel Porto di Sorrento. A causare il decesso il morbillivirus, che, simile alla malattia che colpisce gli umani e endemico nel Mediterraneo, nel 2017, aveva causato lo spiaggiamento 212 animali sulle coste italiane.  Tra le cause dell’infezione è da ricercare soprattutto l’inquinamento che affligge i nostri mari. Il triste ritrovamento impone una riflessione profonda rispetto alla correlazione tra inquinamento, sviluppo di virus, malattie che colpiscono gli animali e che potrebbero colpire anche l’uomo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata