Brescia Sono 76 i siti ancora da bonificare nel bresciano tra cui la Caffaro e due discariche radioattive nella Bassa Bresciana. Una delle più grandi bombe radioattive italiane si trova a Capriano del Colle, la discarica Metalli Capra con le sue 82.500 tonnellate di scorie al Cesio 137 che si trovano in un parco agricolo. Una situazione che viene denunciata da decenni da associazioni ambientaliste.  La sensibilità del prefetto Attilio Visconti e l’attenzione dell’Arpa bresciana hanno permesso di muovere la coscienza delle istituzioni locali che stanno puntando sull’economia circolare. Una strada corretta da perseguire con tenacia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata