Il provveditore di Cremona Fabio Molinari ha voluto far sentire la sua vicinanza agli studenti scrivendo una lettera agli stessi, comunicando la comprensione che la DAD non è più sufficiente, sta togliendo l’adolescenza a ragazzi che non possono avere nessun tipo di relazione sociale se non attraverso un monitor. La scuola è un luogo sicuro aggiunge Fabio Molinari, che raccomanda gli studenti di non perdere la fiducia e la speranza. Sentiamo però come le scuole medie stanno affrontando questo ritorno in zona rossa.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata