Meno di 48 ore e Cremona tornerà in zona arancione. In questa fascia è prevista la chiusura al pubblico per bar e ristoranti, con la sola somministrazione da asporto. La ruota dei colori non sorride agli esercenti dopo le parziali riaperture del 1 febbraio in zona gialla. E la rabbia di ristoratori e baristi esplode, esasperati da questa altalena che li porta a sprofondare nuovamente nell’incertezza. Una vera e propria agonia che rischia di compromettere per sempre il futuro di decine di attività.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata