Se Maometto non va alla montagna, allora la montagna andrà da Maometto. Mentre il mondo dello spettacolo, dei concerti e del turismo è bloccato, sono gli strumenti dei maestri liutai di Cremona a raggiungere i mercati esteri in una vetrina a domicilio per potenziali acquirenti.  La misura messa in campo dal Consorzio Liutai “Antonio Stradivari” offre questa opportunità agli associati, insieme alla boccata di ossigeno fornita dal bando di Comune e Camera di Commercio con un contributo a fondo perduto di 840 euro alle imprese artigiane di liutai ed archettai che ne hanno fatto richiesta, 93 solo nel comune di Cremona. Il Consorzio Liutai punta sulle mostre estere ma chiede al Comune di Cremona di mettere mano ad una seria promozione online, per accompagnare le iniziative di supporto al comparto.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata