Il Movimento 5 stelle, raccogliendo le istanze dei cittadini di Cavatigozzi, pressati da odori, rumori e inquinamento, ha presentato un’interrogazione scritta al comune di Cremona il 19 gennaio scorso. Tre domande sul deposito rottami dell’Acciaieria Arvedi: i quesiti riguardano la ragione di esistere di tale deposito, il monitoraggio e la verifica che lo svolgimento delle attività rispetti le normative di riferimento nei termini di legge. Il comune di Cremona ha risposto che il deposito rottami è temporaneo e non c’è alcuna richiesta di modificarne lo stato. Il Comune si è confrontato verbalmente con la Provincia di Cremona che è l’Ente concessore, la quale ha ritenuto l’utilizzo temporaneo coerente con le finalità dell’area e che l’amministrazione metterà in campo le iniziative volte al controllo dello svolgimento delle attività. L’interrogazione è stata presentata anche in Regione Lombardia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata