Per il secondo anno consecutivo i festeggiamenti del carnevale sono stati rimandati al prossimo anno. Pochi i bambini in piazza del comune a Cremona: rispettando le norme di distanziamento i piccoli hanno giocato e lanciato stelle filanti e coriandoli per salutare questo strano Carnevale. A Crema, la storica manifestazione che raccoglie oltre 10 mila turisti invece ha dovuto chiudere nei magazzini i carri, abbandonandoli al prossimo anno. Un danno non solo per i più piccoli che si vedono privare delle feste, ma anche per chi lavora in questo settore e per tutto l’indotto. Stessa sorte per il carnevale di Busseto. Le uniche mascherine indossate sono quest’ anno sono quelle chirurgiche.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata