Sono messi a dura prova i cittadini di Cavatigozzi. Ai problemi con cui devono quotidianamente convivere come la presenza dell’area industriale nella zona ovest di Cremona e il conseguente traffico di mezzi pesanti si aggiunge la minaccia di un deposito rottami dell’acciaieria, spuntato all’improvviso, privo ora di autorizzazione che è scaduta lo scorso 31 dicembre. Tra rumori che svegliano di notte, fumi e aria a volte irrespirabile, chi vive nel quartiere non ce la davvero più.  La questione parco rottami è arrivata anche in Regione Lombardia e il Movimento Cinque Stelle, martedì, attende risposte concrete. Preoccupa anche l’incertezza dei piani di evacuazione delle aziende a rischio di incidente rilevante. Nel quartiere è presente anche una scuola elementare frequentata da un’ottantina di bambini. Anche la loro salute deve essere una priorità.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata