Il nostro ambiente, sempre più sottoposto a inquinamento, necessita di monitoraggi continui che avvengono attraverso il campionamento di acqua, aria e suolo e anche l’utilizzo di bioindicatori. Il momento più difficile di tutto il processo, che potrebbe fornire dati non vicini alla realtà. Sentiamo il parere dell’esperto in campo ambientale, Roberto Cenci.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata