Cremona. La Commissione tecnico-scientifica dell’Agenzia italiana per il farmaco ha dato il via libera all’uso di anticorpi monoclonali in Italia nella lotta al Covid. Si tratta di anticorpi sintetici fabbricati in laboratorio e ottenuti da quelli naturali prodotti dai pazienti immunizzati, da somministrare a chi ancora deve superare la malattia: è infatti efficace se viene somministrato entro le 48, massimo 72 ore dall’insorgenza dei sintomi. In ogni caso, non oltre 10 giorni da quando è stato riscontrato il coronavirus, soprattutto in soggetti maggiormente a rischio. In pratica, i monoclonali si legano alla proteina che il virus usa per entrare nelle cellule, cioè la proteina spike, bloccandone l’ingresso ed impedendo la replicazione. Si tratta di una difesa costruita espressamente contro il Covid e anche l’ospedale di Cremona sta aspettando indicazioni per procedere. Gli studi su questi anticorpi in fase 3 hanno dimostrato un’efficacia superiore al 70% e per questo ne hanno fatto accelerare la produzione. Resta però da chiarire se questi anticorpi monoclonali approvati dall’Aifa possano essere in grado di combattere le nuove varianti del virus. Sentiamo le parole di Andrea Machiavelli Responsabile della Farmacia dell’Asst di Cremona.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata