Ha preso il via oggi la tre giorni di sciopero proclamata dalla Giunta dell’Unione Camere Penali Italiane in seguito ai continui disservizi del Portale telematico. La modifica, apportata nel Decreto Ristori, è partita nel peggiore dei modi dal momento che il sistema in cui devono essere caricati atti fondamentali per i processi presenta continui problemi e inconvenienti tecnici. La situazione, a Cremona, è relativamente migliore rispetto al resto d’Italia grazie alla sintonia che, da subito, è stata instaurata con la Procura che prevede un regime transitorio. A Cremona preoccupa invece la situazione in cui versa il tribunale con una carenza d’organico che si trascina da diversi anni. Per far funzionare la macchina della giustizia servono, infatti, dei veri e propri miracoli.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata