Bassa Bresciana Siti contaminati da rifiuti radioattivi, nel bresciano non mancano. In particolare riflettori puntati su quella che è stata definita una vera e propria bomba ecologica come la ex raffineria Metalli Capra di Capriano del Colle. Ora, grazie ad una mozione presentata dal consigliere regionale della Lega Francesca Ceruti e approvata dal consiglio regionale, la bonifica di questo sito potrebbe essere più vicina. Il documento approvato impegna infatti la giunta lombarda a chiedere l’intervento del governo per la messa in sicurezza di questa area in cui versano 80 mila tonnellate di rifiuti contaminati da cesio 137. Per la bonifica servono 7 milioni di euro e procedure adeguate per lo stoccaggio e lo smaltimento del percolato.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata