“Perché io non posso andare a scuola? Cos’ho di diverso?” queste sono le domande che vengono fatte ultimamente ai genitori, i quali sono anche a disagio nello spiegare ai propri figli che a causa della loro occupazione lavorativa non rientrano nella categoria protetta e di conseguenza, a differenza dei loro compagni sono costretti a seguire le lezioni da soli davanti ad un computer.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata