Una situazione insostenibile per il commercio. A denunciare in una nota stampa tutto il disagio della categoria del commercio è Confcommercio e Fipe Cremona, che lancia l’aut aut. Senza aiuti adeguati sarà la fine per centinaia di attività. I pubblici esercizi e i negozi sono allo stremo e oltre a nuove improvvise chiusure che scatteranno già da domani per la colorazione arancione di Cremona, insieme ad altri 8 comuni della provincia, aleggia lo spettro della scadenza degli ammortizzatori sociali a fine mese. Senza contrare che i contributi fino ad ora erogati dal governo sono ben poca cosa di fronte alla perdita di fatturato e alle spese vive. Confcommercio è pronta a mettere mano ai fondi bilaterali per far fronte alle esigenze delle imprese, ma è l’ultima mossa possibile.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata