Cremona. A soffrire sempre di più, in questo0 periodo, sono soprattutto quelli che non hanno avuto contratti a termine rinnovati, persone che hanno perso lavori magari anche non regolari piuttosto che coloro che avevano un’occupazione nei settori che sono stati penalizzati dalle continue chiusure, oltre a chi magari riceve la cassa integrazione in modo saltuario o con gravi ritardi. Sono persone che spesso hanno alle spalle una famiglia, magari con bimbi piccoli, che sono entrate profondamente in crisi e che hanno grosse difficoltà nelle spese quotidiane, dalle bollette agli affitti ai computer e tablet per la didattica a distanza. Oltre alle spese medico sanitarie.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata