Oltre un anno senza poter abbracciare i propri cari, senza un momento di intimità con figli e parenti, senza neppure la prospettiva di poter riprendere nel giro di qualche mese almeno la routine che precedeva il Covid. Nonostante il vaccino alcune positività al Covid continuano ad essere registrate, ma vengono arginate con più facilità. Il vero problema e la grossa sfida anche per il personale sanitario è però di natura psicologica e riguarda gli ospiti, con conseguenze sul loro stato di salute e la tenuta psicofisica. Ogni giorno che passa infatti le speranze si fanno più lontane, e cedere alla solitudine e alla depressione è un breve passo per gli anziani, che solitamente vivono con intensa attesa il momento di rivedere i propri cari. Un momento di cui sono privati da troppo tempo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata