Cremona Con l’ingresso in zona arancione, vediamo nuovamente bar e ristoranti a chiudere la propria attività, rischiando questa volta di chiudere definitivamente. Questo ha portato l’associazione ARPE a richiede un incontro urgente con il prefetto di Cremona. La situazione inizia ad essere più che drammatica se si conta che sono oltre 17mila le attività di ristorazione che hanno già abbassato definitivamente la loro saracinesca e altre 55mila non sanno se riapriranno. Anche se il Prefetto si vede per quelle attività che si sono adeguate con il delivery il calo del fatturato è stato comunque di oltre 70%. Una situazione che non può andare avanti ancora per molto. Anche se il Prefetto di Cremona si vede fiducioso sulla decisione del governo, i ristoratori continuano a chiedersi perché sono più penalizzati di altre categorie.

Giuseppe Fusco

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata