Cremona. I figli degli operatori sanitari e dei lavoratori indispensabili, le cosiddette categorie essenziali, possono tornare a scuola? In quali documenti è contenuta l’indicazione relativa al rientro in classe delle persone fragili, in particolare di ragazzi con Bisogni Educatici Speciali e Diversamente Abili, e dei figli di personale sanitario o di altre categorie di lavoratori, le cui prestazioni siano ritenute indispensabili per la garanzia dei bisogni essenziali della popolazione? Ogni istituto del territorio ha dunque ricevuto le indicazioni necessarie, e potrà agire in base ai numeri della propria realtà scolastica, anche se la linea è condivisa tra dirigenti scolastici, a cui spetta dunque la scelta a seconda delle situazioni. Sentiamo le parole di Alberto Ferrari Dirigente Scolastico dell’Aselli.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata