(Cr) Segalini: “Inquinamento Tamoil, azioni insufficienti”

Non si è fatto abbastanza in passato, permettendo che la Tamoil inquinasse per anni, ma non si è fatto abbastanza neppure dopo, quando la magistratura, con ben 4 sentenze ha riconosciuto il disastro ambientale. La bonifica è un miraggio, la Commissione non parte e anche la messa in sicurezza dei terreni in cui l’inquinamento è ancora attivo non trova tempi certi. Per questo, di nuovo, la società canottieri Bissolati decide di muoversi autonomamente su questo fronte, mentre fervono i lavori per una riapertura in sicurezza, con l’intenzione di proseguire nella causa civile per i risarcimenti a fronte degli enormi danni con cui anche oggi si trova a fare i conti.