Demotivazione, isolamento sociale, iperconnessione e alienazione. Sono solo alcuni dei disagi giovanili rilevati e acuiti oltremisura nel periodo Covid. A renderlo noto un convegno organizzato dal comune di Brescia al quale hanno partecipato esperti del settore e in cui è emersa la proposta già inoltrata al CTS di promuovere gemellaggi famigliari.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata