Torna sotto i riflettori il futuro dell’inceneritore di Cremona. Secondo il Movimento Cinque Stelle sono ancora molti i nodi da sciogliere e poco chiari riguardo ai progetti di spegnimento dell’impianto di via San Rocco e a quello che, in questi anni, potrebbe ancora esservi bruciato. Preoccupa anche la possibilità che Lgh, la partecipata del comune che gestisce l’impianto, venga completamente ceduta ad A2A e che il ruolo di Cremona passi del tutto in secondo piano. Una scelta che penalizzerebbe fortemente un territorio già compromesso, a meno che non vengano posti dei vincoli.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata