Il 21 luglio dello scorso anno 30 maialini sono stati salvati dall’associazione Arca di Natalia. Gli animali erano detenuti in una discarica su un terreno del demanio di Messina. Spostati in un luogo più sicuro, in attesa di trovare una soluzione stabile e sicura, gli animali si sono riprodotti fino a diventare circa 90. L’uomo che deteneva i maialini, senza tracciamento, è indagato per maltrattamento di animali. L’associazione Arca di Natalia sta cercando, insieme alla rete dei “Santuari degli animali liberi”, quei luoghi che ospitano animali salvati dallo sfruttamento dell’industria della carne (ma anche del divertimento o della sperimentazione animale, di trovare una casa e finanziamenti per la castrazione dei 9 maschi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata