Sarà disponibile dal 15 giugno il “passaporto sanitario” voluto dall’Unione Europea per riaprire i confini in sicurezza e ad annunciarlo è stato il commissario Ue incaricato dei vaccini anti-Covid Thierry Breton. Questa certificazione che non è ancora diventata legge del Parlamento Europeo, e conterrà informazioni sull’avvenuta vaccinazione o i dati sulla guarigione dal Coronavirus o per chi non ha potuto o voluto vaccinarsi, un esito di tampone negativo. Questo passaporto di immunità apre le porte ad un inasprimento delle normative Anticovid limitando fortemente la libertà e i diritti costituzionali di ogni individuo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata