Problemi linguistici e di sviluppo neurologico, di attenzione e comportamento.  Sono solo alcuni aspetti legati all’isolamento e alla mancanza di socializzazione scolastica nei bambini di età più giovane. Questi rischi sono mal calcolati dalla normativa vigente che obbliga i ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado a stare a casa, affidando le lezioni alla didattica a distanza. Particolarmente problematica è la chiusura di asili nido e scuole dell’infanzia.  Su questo punto anche il governo di è espresso con voci di dissenso, e la speranza è che dalle parole si passi ai fatti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata