Molti anziani che si sono prenotati per la vaccinazione sono stati dirottati a decine di chilometri  di distanza tramite un sms, oppure stanno ancora aspettando risposte. Spi Cgil, con Fnp Cisl e Uilp Uil della Lombardia denunciano le tante segnalazioni che arrivano ai sindacati e chiedono maggiore chiarezza a Regione Lombardia. Anche a Cremona si parla di grandi ritardi e confusione, il disagio di spostamenti in altri comuni per ricevere il vaccino. La campagna che è in corso, mentre già si parla di fase due, ha portato ad una copertura molto bassa della popolazione di grandi anziani, e per fare il punto un incontro è in agenda con Ats nei prossimi giorni.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata