Cremona. Oltre 56mila ettari di superficie coltivata, 3144 operatori certificati, di cui 1989 produttori e un incremento del 5% rispetto allo scorso anno. E’ questa la fotografia dell’agricoltura biologica in Lombardia. Un trend di crescita sicuramente interessante perché dimostra come siano sempre di più gli imprenditori che credono in un’agricoltura più sostenibile, sempre più attenta al basso impatto ambientale dei processi produttivi, al benessere animale e alla sicurezza alimentare. Tra le principali produzioni biologiche in Lombardia ci sono i cereali, le colture foraggere e la vite. Fino al 17 maggio sarà aperto il bando regionale rivolto a imprenditori agricoli iscritti come produttori nell’elenco nazionale degli operatori biologici a cui è concesso un premio per ettaro di superficie come indennizzo, sulla base dei maggiori costi e dei minori ricavi connessi. La provincia di Cremona, con le sue 155 aziende bio, si piazza al posto nella classifica regionale.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata