Cremona Sono di nuovo scesi in piazza a Roma, commercianti, ristoratori, baristi, partite iva il mondo di tutte quelle attività penalizzate dalle restrizioni anticovid.  Tra loro anche Anna d’Avino dell’associazione ristoratori e pubblici esercizi di Cremona. Non sono mancati momenti di tensione con scontri e bombe carta, lancio di oggetti contro gli agenti che hanno risposto con gli idranti. Una sessantina di persone sono riuscite invece ad arrivare all’angolo con via di Montecitorio. Importante lo spiegamento di forze in tutte le vie limitrofe alla piazza San Silvestro per questa manifestazione non autorizzata. Domani nuova giornata di proteste e la rappresentante di Arpe d’Avino, che in questi giorni ha aperto il suo locale nonostante il divieto,  tornerà a far sentire anche la voce di Crema e Cremona.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata