In Commissione Agricoltura ieri in regione Lombardia sono stati approvati dalla maggioranza leghista due emendamenti che allargano le maglie della normativa sulla caccia.  A firma del leghista Floriano Massardi viene così approvata la possibilità per il cacciatore di segnare l’animale abbattuto anche sono dopo il suo recupero e viene cancellato il registro regionale dei richiami vivi. Gli emendamenti hanno incontrato la contrarietà dello stesso assessore leghista Fabio Rolfi e fa discutere l’impegno con cui si continua a modificare l’impianto normativo in materia di caccia e a favore dei cacciatori.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata