Se il lasciapassare dovesse diventare obbligatorio anche per gli spostamenti tra regioni, causerebbe forti disagi a tutti i cittadini di quei paesi, come Castelvetro piacentino, che si trovano al confine tra una regione e l’altra. Per ora sembrerebbero tre le ipotesi prevalenti sul lasciapassare. La prima è quella di consentire lo spostamento, almeno in una prima fase, a chi presenta un certificato Asl o un’autocertificazione che attesti i requisiti richiesti, tra queste, quella di aver fatto il vaccino, essere guariti dal covid-19 oppure presentare un tampone negativo nelle 48 ore precedenti al viaggio, La seconda ipotesi è quella di un tesserino sanitario, sul quale verrebbero caricati i dati, l’ultima ipotesi è quella della realizzazione di una tessera sanitaria. I cittadini dei paesi confinati, vedono queste decisioni come un ritorno al medioevo. Nel caso il passaporto dovesse diventare obbligatorio, i più penalizzati saranno nuovamente i commercianti ormai allo stremo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata