Cremona. Si chiamava Carlo Maestri il 60 enne paracadutista, residente a Parma, che verso le 14, ha perso la vita a causa di un errore umano. Secondo una prima ricostruzione infatti, l’uomo è salito a bordo del velivolo insieme all’istruttore per eseguire un normale allenamento. Dopo essersi lanciati, purtroppo il primo paracadute del 60enne non si è aperto. Ha cercato immediatamente di azionare il secondo paracadute, quello di emergenza, che dovrebbe essere aperto ad un altitudine non più bassa di 600 metri, azionandolo però a soli 30 metri dal suolo, l’impatto è stato fatale, nonostante l’immediato intervento del 118, che non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Una grande perdita per lo Sky team Cremona il quale con oggi ha dovuto salutare per sempre un altro amico. Proprio 2 mesi fa infatti, il team piangeva la prematura scomparsa di Marco Pietro Rossi, che ha perso la vita a soli 34 anni. Senza dimenticare l’incidente avvenuto il 20 settembre 2020, sempre all’aeroclub Migliaro, che è costato la vita a Stefano Grisenti pilota 54 enne e al paracadutista Alessandro Tovazzi di 41 anni.

Giuseppe Fusco

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata