Il Covid-19, oltre all’emergenza sanitaria ha creato una vera e propria emergenza sociale. Sono sempre di più le famiglie in difficoltà e a dimostrarlo sono i numeri. Nella sola Cremona, il Comune ha messo a disposizione 382mila euro in buoni spesa da 10, 20 e 50 euro, distribuiti a 902 nuclei familiari, fra i quali il 18% abita in centro storico. Tra questi c’erano giovani professionisti, educatori o ristoratori, una platea molto diversa di quella tipica dei servizi sociali. Regione Lombardia mette a disposizione delle famiglie con figli e Isee inferiore ai 30 mila euro che hanno subito una riduzione del reddito per la pandemia euro un pacchetto di aiuto per 32 milioni di euro. Il problema, portato alla luce dal consigliere regionale del Pd Matteo Piloni, sta nelle tempistiche. Ad ogni famiglia dovrebbero arrivare circa 500 euro ma devono essere messe nelle condizioni di poterli ricevere.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata