Scoppia la polemica sull’avanzo di amministrazione per i fondi Covid da oltre due milioni di euro che il comune di Cremona, dopo l’ultima variazione di bilancio, si prepara ad inserire nel consuntivo e a destinare ad aiuti a famiglie e imprese colpite dalla crisi. Secondo l’assessore Maurizio Manzi, dati alla mano, non era possibile essere certi dell’equilibrio di bilancio a fine anno, e solo oggi è possibile tirare una boccata d’ossigeno per le entrate nelle casse comunali, anche superiori rispetto al previsto, come nel caso dell’Imu, il cui saldo positivo è arrivato il 16 dicembre. Il comune, secondo l’assessore, ha fatto tutto il possibile con i mezzi a disposizione. Molti aiuti sono stati erogati nel 2020, con spese molto ingenti. Il quadro va letto in maniera differente, secondo il consigliere della Lega Alessandro Zagni,  che punta il dito sullo spreco di risorse attribuite dal governo e che costeranno al comune una diminuzione dei contributi per l’anno in corso.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata