Cremona

Cremona. L’Ibis sacro è un uccello caratteristico dal corpo bianco ma con collo, testa e becco neri. Supera un metro di apertura alare e può arrivare a pesare un chilo e mezzo. Nell’Antico Egitto era legato a Thot, dio della scrittura, della magia, della sapienza, della matematica. Prendeva parte anche alle udienze del tribunale d’oltretomba: con Anubi, assisteva alla pesatura dell’anima per stabilire se il defunto potesse o meno entrare nel mondo dell’aldilà. Ora è presente anche nel Cremonese, dove gli avvistamenti si susseguono, anche in città, vicino alla chiesa di San Sigismondo. Gli Ibis Sacri non creano particolari problemi con la loro presenza e, anche se si trovano generalmente in paludi, fiumi e acquitrini, ora si spingono anche fino ai margini delle città, compresa Cremona, dove ormai è sempre più facile ammirarli.

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata