La voce fuori dal coro del medico Pasquale Bacco, dell’associazione “L’Eretico” fondata insieme al virologo Giulio Tarro e il magistrato antimafia Angelo Giorgianni, torna a farsi sentire, questa volta sulle norme impositive del governo per il contenimento del contagio da Coronavirus. Indice puntato in particolare contro l’obbligatorietà vaccinale per medici, operatori sanitari e farmacisti. I disobbedienti dovranno lasciare le proprie mansioni o stare a casa senza stipendio. Una situazione inaccettabile, anche nella pratica alla luce della mancanza di certezze sull’immunizzazione conseguente a vaccino, che ha spinto il dottor Bacco a presentare una diffida apl presidente del Consiglio e al presidente della Repubblica.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata